Bladnoch
Nazione:
Scotch whisky
Regione:
Lowland
Anno Fondazione:
1817
Stato:
attiva
Indirizzo:
Bladnoch, Wigtown, Wigtonshire DG8 9AB
Visit Centre:
Si
proprietario:
Bladnoch Pty Ltd (David Prior)

Bladnoch ha avuto una storia tormentata. Fondata nel 1817 ha subito molte chiusure ed ha sempre prodotto a intermittenza.

UD/Diageo comprano la distilleria nel 1985 ma la lasciano in funzione per soli otto anni. Dopo l’acquisto da parte di un irlandese, Ramond Armstrong, che inizialmente voleva farne una struttura ricettiva, le cose cambiarono. Armstrong si decise a riprendere la produzione a dispetto del vincolo posto da Diageo dopo la vendita dell’immobile di non destinarlo alla distillazione. Dopo alcune trattative e pressioni anche della comunità locale la produzione ripartì nel 2000 per cessare nel 2010. Nel 2014 per contrasti trai soci la società fu messa in liquidazione. Nel 2015 un imprenditore australiano, David Prior, impegnato nel comparto caseario, comprò la distilleria ed è sua intenzione ripartire con la produzione portandola a ben 1.5 milioni di litri. Il complesso di edifici è composto da molte warehouse che ospitano diversi barili di altre distillerie, tra cui molte del gruppo Diageo. Tra gli imbottigliamenti storici da segnalare un buonissimo Rare Malts.

tipologia produttiva:
Malt whisky
capacità (alcol puro):
250.000 litri/anno
water source:
Loch Ma Berry
mash tun:
Aperto
numero di washbacks:
6
tipo di washbacks:
Legno
alambicchi totali:
2
wash stills:
1
spirit stills:
1
riscaldamento:
Vapore
Storia
1817

La distilleria viene costruita da Thomas McClelland

1905

La distilleria chiude

1911

La distilleria viene acquistata dalla società irlandese Wm Dunville & Co. Ltd

1938

La distilleria lavora in modo discontinuo sotto la gestione Dunville per chiudere definitivamente nel 1938 (solo la distilleria, il maltaggio continuerà a lavorare sino al 1957), quando tutti gli impianti vengono venduti

1956

La distilleria passa nelle mani di A.B. Grant che con la Bladnoch Distillery Ltd ricomincia a produrre whisky

1964

La Bladnoch viene acquistata da Ian Fisher

1966

Gli alambicchi passano da 2 a 4

1973

Bladnoch viene acquistata da Inver House Distillers Ltd.

1983

La distilleria viene ceduta alla Arthur Bell & Sons plc.

1985

La A.Bell viene acquistata dalla United Distillers (poi Diageo)

1988

Viene aperto il visitor centre

1993

La distilleria viene definitivamente chiusa e trasformata in un museo

1994

La distilleria viene acquistata da Raymond Armstrong, che la trovò completamente svuotata dagli impianti (esclusi alambicchi e washbacks)

2000

Dopo 6 anni di lavori Armstrong riesce a far ripartire la distilleria

2009

Viene rilasciato il primo single malt della gestione Armstrong, un 8 anni

2014

La distilleria viene volontariamente messa in liquidazione dai soci

2015

La distilleria viene acquistata e salvata dal re australiano dello yogurt David Prior

Mappa